Rock Impressions

Steven Wilson - Insurgentes STEVEN WILSON - Insurgentes
KScope
Distribuzione italiana: Audioglobe
Promozione: mkt & promo
Genere: Post Modern Prog
Support: DVD - 2010
 


Sono certo che i nostri lettori non abbiano bisogno che io ricordi loro chi sia e cosa abbia fatto Steven Wilson, ma sono altrettanto sicuro che ben pochi di loro abbiano avuto un punto di vista così ravvicinato con questo straordinario artista come quello che ci viene mostrato in questo particolarissimo dvd. Insurgentes è l’ultimo album solista di Wilson, ma ora è anche un documentario diretto dal regista Lasse Hoile, strutturato in modo molto originale e lontano dai soliti cliché. Qui non viene raccontata la genesi del disco omonimo o almeno non in modo esplicito, Steven sembra piuttosto volerci guidare in un viaggio nella sua psiche.

Lo seguiamo alla scuola dove per la prima volta è salito su un palco per suonare davanti ad un pubblico, poi ancora ci viene mostrata la sua ammirazione per strumenti molto vintage, come un vocoder originale e altri strumenti analogici, che il nostro sembra proprio venerare. Vediamo i suoi genitori e ancora lo vediamo spulciare vecchi dischi da collezione, dagli oscuri Zior al capolavoro degli Still Life (sembra che Wilson abbia gusti piuttosto dark!!!), ma tira fuori anche Land… dei Caravan e altre chicche. Lo vediamo suonare molti strumenti, anche se non ci sono brani eseguiti per intero. A volte questo viaggio assume l’aspetto di un sogno, talvolta diventa anche incubo con Wilson che trova svariati modi per distruggere degli i-pod, altre volte si tinge di psichedelia, altre ancora di misticismo. Vediamo il nostro in giro per il mondo, dalla Svezia, al Messico, al Giappone ad Israele, lo vediamo in compagnia di Mikael Akerfeldt degli Opeth e poi ancora in compagnia dell’amico Aviv, con cui ha realizzato i dischi dei Blackfield. Ci sono bambole mutilate, immagini shock, momenti di vita quotidiana e Steven intanto racconta e si racconta, portandoci in luoghi che hanno significato.

La versione promozionale nelle mie mani contiene solo ed esclusivamente il filmato, mentre in commercio ne troverete una con vari extra che scoprirete da soli. Certo per chi si aspetta della musica, questo titolo può sembrare molto deludente e io qualche filmato prettamente musicale l’avrei anche inserito, magari delle sessioni di prove, ma questo dvd spiega cosa muove artisticamente uno degli artisti più geniali dei nostri anni. A volte è quasi come leggere un libro, tutto è molto evocativo. Ma la cosa più intrigante è che Wilson rimane un “mistero”, come ognuno di noi, Wilson ci racconta molte cose ed è interessante seguirlo, eppure resta la sensazione che ci sia ancora molto da sapere di questo musicista vero. GB

Altre recensioni: Grace For Drowning; The Raven That Refused to Sing; Hand Cannot Erase;
4 1/2; To the Bone

Interviste: 2013; 2015

Live report: 2013; Pistoia 2013

Official Web Site + Sito Web dvd

Artisti correlati: Porcupine Tree; No-Man; Blackfield


Indietro alla sezione W