Rock Impressions

Ataraxia ATARAXIA - Des Paroles Blanches
Arkadiss Creations


In attesa del successore del bellissimo Suenos, che si dovrebbe intitolare Saphir, i modenesi Ataraxia tornano sul mercato con questo nuovo mini CD. Dopo Suenos il gruppo aveva pubblicato la raccolta tematica A Calliope con due tracce inedite e il mini CD Mon Seul Désir. Intanto il chitarrista Vittorio Vandelli ha finito di registrare il suo primo album solista che si intitolerà A Day of Warm Rain in Heaven.

Ogni uscita del gruppo è particolare e Des Paroles Blanches non delude le attese, si tratta di tre brani molto lunghi e poetici, atmosfere sognanti dense di struggente malinconia. La proposta del gruppo si sta facendo sempre più eterea e distaccata, se Mon Seul Desir aveva ancora dei connotati fisici, in quanto trasmetteva passioni terrene come l'amore e il senso di una bellezza concreta, questo nuovo lavoro trasmette prevalentemente sensazioni spirituali e trascendenti.

Francesca canta come se la sua voce fosse uno strumento al pari di quelli suonati dai compagni d'avventura, Francesco Banchini (GOR) suona il flauto traverso e il clarinetto, quindi niente percussioni, la chitarra di Vittorio è sempre più delicata e gentile, mentre le tastiere di Giovanni sembrano degli acquarelli in mano ad un abile pittore.

"Etretat" è un vero canto di dolore dall'incedere vagamente medioevale, Francesca usa delle note gravi che aumentano il senso di mistero e di inquietudine. "Veules Les Roses" è meno cupa del brano precedente, ma è pervasa da una forte tristezza molto femminile. "Hovering" ripropone il tema dell'acqua che è molto caro alla band, le tastiere mi hanno ricordato certi temi di Morricone riletti con la vena romantica tipica dei nostri.

Gli Ataraxia sono sempre più incantevoli e meritano di essere conosciuti. GB


Altre recensioni: Suenos; Mon Seul Désir; Saphir; Strange Lights; Arcana Eco; Paris Spleen; Kremasta Nera; Llyr;
Wind at the Mount Elo; Deep Blue Firmament

Intervista

Live reportage: 2001; 2007

Articolo: Ataraxia, una band italiana pellegrina nel mondo

Artisti collegati: GOR

Sito Web


Indietro alla sezione A